Site Overlay

Manutenzione del frigorifero: consigli per una pulizia eccellente

Tra tutti gli elettrodomestici che abbiamo in casa, ce n’è un in particolare che rappresenta
in un certo senso il fulcro della nostra vita quotidiana, anche perchè di solito resta acceso
24 ore su 24. Parliamo ovviamente del frigorifero, indispensabile per la conservazione a
breve e medio termine di tutti gli alimenti.
Questa sua funzione lo rende un elettrodomestico fondamentale: il suo corretto
funzionamento garantisce il mantenimento dei cibi che finiscono sulle nostra tavola,
dandoci la possibilità di mangiare pietanze genuine e ben conservate.
Per far in modo che il frigorifero funzioni correttamente, è necessario svolgere
periodicamente operazioni di mantenimento e pulizia di tutti gli scompartimenti. Con
l’avvicinarsi dell’estate, infatti, dobbiamo essere certi che il nostro frigorifero sia efficiente
per affrontare la stagione più impegnativa.
I frigoriferi esistono di diversi tipi: monoporta, doppia porta, combinato, maxi, side by side,
statico, Low frost, no frost, twintech, libera installazione e da incasso, ma, a prescindere
dalla versione, tutti necessitano di un’accurata manutenzione e pulizia.
Vediamo insieme allora quali sono i passaggi per pulire il tuo frigorifero in modo facile,
veloce, ma soprattutto nella maniera corretta.

Frigorifero pulito: i consigli di ElettroTuci

Mantenere il frigorifero pulito e igienizzato è fondamentale per la salute di tutta la famiglia
e perché funzioni correttamente è necessario detergerlo spesso. La prima cosa da fare
per pulire il frigo è scegliere il momento più opportuno, cioè quando abbiamo il minimo
indispensabile. Magari ad inizio estate?
Stacca la spina di alimentazione del frigo almeno mezz’ora prima dell’inizio delle
operazioni di pulizia e riattaccala non appena terminato, in modo da poter lavorare in tutta
sicurezza. Inizia quindi a svuotare completamente il frigorifero di tutti i cibi riposti nei vari
scompartimenti.
Per ricordarti dove riposizionarli una volte terminata la pulizia, ti consigliamo di dividere i
cibi per tipologia o seguendo lo schema che tu hai impostato per la loro disposizione
all’interno del frigo.
Per la pulizia puoi usare un detersivo, ma noi ti consigliamo un prodotto più naturale:
prepara una miscela composta da 500 ml di acqua e 500 ml di aceto, mettila in un
contenitore spray e inizia a spruzzarla su tutti i ripiani e le pareti del nostro frigorifero.

Per strofinare e pulire correttamente, aiutati con un panno microfibra. Per raggiungere gli
angoli e i punti nascosti, è necessario smontare tutti i ripiani.
A questo punto devi occuparti delle guarnizioni: utilizza una soluzione con 100 ml di acqua
e 100 di aceto bianco ( con acidità inferiore al 10%) aggiungi un cucchiaio di bicarbonato ed otterrai
così una miscela, ancora naturale, più adatta alla detersione delle guarnizioni.
Dopo di che sarà importante passare ad una corretta asciugatura delle guarnizioni con uno straccetto assorbente.

Info utili per la corretta manutenzione del frigo

Evita di mettere confezioni e alimenti a diretto contatto con le pareti del frigorifero;
non sovraccaricare i vani e riponi ogni alimento nello scomparto più adatto, in modo da
ottimizzare la distribuzione del freddo;
non lasciare i cibi scoperti sui ripiani, tienili sempre in ordine in base alla scadenza in modo
da avere tutto a vista e consumare gli alimenti prima che si deteriorino;
riponi nel vasetto di vetro (magari di una marmellata terminata) un cucchiaio di bicarbonato
di sodio o con un batuffolo di cotone imbevuto di aceto: ti aiuterà a tenere lontani i cattivi
odori.
Una volta eseguita la pulizia, come possiamo verificare se il nostro frigo mantiene la giusta
temperatura? Basta fare riferimento ai prodotti più sensibili al variare della temperatura di
conservazione, anche di soli pochi gradi centigradi.
È il caso dei latticini: come è riportato su tutte le confezioni di questi derivati del latte, la
temperatura di conservazione deve essere compresa tra un minimo di +4 C° e un massimo
di +8C°.
Il consiglio quindi è di tenere sempre un termometro, con sonda separata dal display ,
all’interno del frigo e controllate spesso il valore che indica. Fai lo stesso anche per il vano
congelatore: ricorda che il congelatore deve lavorare ad una temperatura compresa tra -18 e
-20 °C.

Apri Chat
1
Bisogno di aiuto?
Possiamo aiutarti?